Società

on

 

Il mondo mi sembra più passivo che mai. Ogni giorno, le persone vanno avanti nella loro piccola sfera di cristallo che si sono creati e non escono fuori, non ne hanno l’intenzione. Si cullano nella loro immaginaria sicurezza, nella sicurezza che, fuori da quella sfera, tutto stia andando bene e che nessuno, in questo momento, stia morendo a causa di un attacco chimico  o perché semplicemente è un essere umano. Non fanno altro che ascoltare l’ultima hit del momento, ballare e confondersi nelle masse, eliminando la loro personalità. Non fanno altro che cancellare i loro ideali per adattarsi a una società vuota che ha come scopo la ricerca di un divertimento che fondamentalmente è illusorio. Non fanno altro che eliminare il diverso o rovinarlo, rendendolo vuoto e incapace di formulare un pensiero che non sia conforme alla società. Non so se qualcuno ancora abbia capito che tutto quello che li circonda non è altro che un velo che copre la verità. Non vi sentite male a vivere così? Non vi sentite inutili? Come fate a non riuscire a preoccuparvi per tutto quello che vi circonda? Non vi sentite coinvolti? 

In questo esatto momento, due eserciti opposti stanno combattendo per ottenere la pace e per far sì che  vinca il cattivo e che perda il buono, non capendo che entrambi sono solo dalla parte del male. D’altronde ogni cattivo nella sua testa è un eroe.

In questo momento una donna è vittima di violenze solo perché ha deciso di ribellarsi a un sistema completamente sbagliato. In questo momento, migliaia e migliaia di bambini o patiscono la fame o lavorano ininterrottamente nelle fabbriche che producono i nostri palloni tanto amati. In questo momento i gay sono torturati nei campi di concentramento in Cecenia e indovinate? Nessuno ne parla. Nessuno parla di tutto quello che succede quotidianamente nel mondo, ma solo di quello che gli conviene. I media nascondono tutto, propinandoci cose fondamentalmente inutili e che servono solamente a distogliere la nostra attenzioni su cose superficiali. Ditemi che utilità ha capire il look di Kylie Jenner. Ditemi a cosa serve spettegolare del più e del meno sulla vita altrui. Ditemi a cosa serve distruggere un essere umano per quattro voci di corridoio e poi non assumersene la colpa. Ditemi perché vi piace tanto una società così sbagliata che mira solo all’omologazione e alla stupidità. Io ho provato a comprendervi ma non ci riesco, è più forte di me. Non capirò mai il vostro essere così vuoti. Tutti mi dicono: ”Oh dai, ammettilo, anche tu sei come tutti gli altri, anche a te piace sparlare, anche a te non importa nulla , anche a te piace divertirti e poi vivi e lascia vivere, che ti importa degli altri, devi pensare solo a te stessa”. Peccato che non è vero. Lo ammetto, a tutti piace divertirsi ma ci sono modi e modi. Il vivi e lascia vivere è giusto nella misura in cui non muore nessuno, nella misura in cui le donne non possono essere istruite e non venga fermato il diritto di amare, che è quello fondamentale e che tutti devono sfruttare. Dire ad una persona una semplice battuta può distruggerla, letteralmente. Può innescare un processo a catena che la porterà a quello che voi deridete e chiamate gesto estremo, il suicidio. Tutti voi deridete la depressione, senza neanche sapere cosa sia. Voi non sapete cosa significa non avere neanche la forza di alzarsi dal letto, di mangiare, di leggere o di svolgere i semplici compiti giornalieri. La prendete per semplice pigrizia, vero? Avete sempre avuto il vizio di minimizzare tutto, anche lo stupro. Mi è capitato di leggere che lo questo è giustificato perchè le donne non devono vestirsi in un certo modo e che molte volte serve per affermare la supremazia dell’uomo sulla donna. Purtroppo, queste cose sono state affermate anche da delle donne contro il femminismo.

Siamo nel 2017 e ancora si sente dire queste cose. Ci definiamo ” moderni”, ”aperti” ma non siamo altro che come quelli che ci hanno preceduto. Inutile fare i moralisti e ricordare le vittime delle guerre passate se poi siamo i primi a causarne altre. E’ inutile fare quel minuto di silenzio il 27 Gennaio se poi riaprite i campi di concentramento e non li fermate. Tutti perseguite questa logica della passività che, vi assicuro, non porterà nulla di buono.

Spero che un giorno tutti voi apriate gli occhi per capire e per smettere di vivere nell’ignoranza. Spero che un giorno riusciate a capire e a lasciare quelle cose futili che riempiono la vostra vita vuota. A volte penso che forse chiedo troppo al mondo. Lo so, noi esseri umani siamo pieni di difetti ma io credo che, usano anche solo la logica o anche solo il vostro spirito combattivo sopito, il mondo può essere un posto migliore.

Ma forse, penso, ripongo malamente le mie speranze.

-Stefania

420_protest_010809-420x0

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s